RapNews24 finisce nel video di DoberGirl: Lo straniero sono yo

Non lo sapevamo. Poi è uscito il video in anteprima, Vanessa ci ha scritto e abbiamo deciso di non denunciarla per aver usato la nostra grafica (sennò la Rai avrebbe denunciato noi di riflesso). È carina, simpatica e fuori dagli schemi. Ma soprattutto vive ancora il rap come una volta: una ribelle. E non ci ha ancora dissati, quindi possiamo ritenerci onorati.

 

DoberGirl si è dichiarata nostra fan quindi non possiamo che ricambiare ed essere felici della citazione.

Per l’occasione ci ha anche voluto dire due parole sul suo nuovo pezzo feat Grauso.

“Ho conosciuto Grauso musicalmente 3 anni fa quando facevo rock, ad una serata.
Avevo apprezzato i suoi testi conscious ed il suo modo di dire la sua. Poco tempo dopo, quando ha scoperto che avevo svoltato al rap mi ha scritto.
Ci siamo incontrati e confrontati e ne è uscito LO STRANIERO SONO YO.
Beat di Dre Deep Cover con Snoop , citazioni di Lo straniero dei Sanguemisto. Non a caso Grauso è un grande fan di Neffa. Come se quel brano dei Sanguemisto fosse una sorta di messaggio per noi oggi , dagli anni ’90 le cose non sono cambiate , forse solo in peggio. Lui si alienava mentre oggi ci fanno sentire scomodi. La nostra è una sorta di risposta dunque.
Testo protesta contro le ingiustizie del nostro Paese verso tutti noi. Ci mettono a dura prova di giorno in giorno nessuno escluso. Una curiosità dalla valenza storica, anche. Nel 2010 fui ingaggiata da un’agenzia per partecipare a un dibattito politico-religioso e solo qualche giorno prima comunicarono che l’incontro sarebbe stato con Muhammar Gheddafi.
E, quanto disse il leader libico, si sta avverando.
Al nostro paese e alle mafie fa comodo questo commercio. Garantendo un non futuro per il nostro popolo. Sostituiti infine. Basterebbe fare leggi che agevolano le famiglie e le nascite ma puntano esclusivamente a rubare dall’Europa, da noi e sfruttare i migranti. Spicciola, infame e per nulla etica propaganda di entrare nel ”Bel Paese” che tutto vi sarà dato. Una volta arrivati restano bloccati. Una sorta di Limbo per noi e per loro.
Negli ultimi anni ho vissuto all’estero. Per questo motivo le cose che qui vanno storte mi saltano subito all’occhio. Sarebbe tutto da rifare. In realtà basterebbe davvero poco, l’essere corretti invece che corrotti. Ma in un paese dove si premiano le malefatte non regnerà mai l’armonia. Avevamo il primato in tutto e adesso chiudiamo per lutto!”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline