Fedez: “A scuola picchiavo i bulli, avevo un fucile nello zaino”

Un Fedez virile, macho, intelligangsta. Il lato del rapper che ancora non conoscevamo, ancora più vero e thug life di quello che ci si potesse immaginare.

In una recente intervista Fedez ha fatto importanti e private rivelazioni che faranno discutere che però svelano la natura cruda e real dei suoi testi.

Un raggelante sguardo di Fedez

Ero il bullo dei bulli, picchiavo tutti. Nello zaino tenevo un fucile, pronto a ogni evenienza nella dura vita del ghetto. Là fuori non è facile, non lo è mai stato homie“.

Il fucile di cui parla ha una storia particolare, tra l’altro.

Mi chiamavano Federico il Temibile, quel ferro era di Rovazzi, o meglio, del padre del cugino dello zio della balia della sorella di Rovazzi che era al fresco- continua Fedez – la prima volta lo usai quando mi rubarono una Giravolta. Non ci provarono più”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline