Ale PuntoeBasta confessa: “Ho sparato io a 2Pac”

Una rivelazione scottante, attesa, definitiva.

Finalmente, dopo più di vent’anni da quel 7 settembre del 1996, quando a Las Vegas Tupac Shakur venne raggiunto fatalmente da alcune pallottole, la verità viene a galla.

Pull the trigger kill a nigger is a hero

E tutto, come confessa colui che sparò, Alessandro Borgia detto Ale PuntoeBasta o Ale PuntoeBastard, partì da una lite per un parcheggio.

Volevo sparare a Suge Knight, con la sua Cadillac bianca mi aveva rubato l’ultimo posto, avevo già messo la freccia – dice Alessandro – solo che i proiettili sono rimbalzati su di lui e hanno colpito Tupac“.

Sembra essere questa la spiegazione di uno dei fatti di cronaca che più hanno appassionato e coinvolto il pubblico negli ultimi anni.

Un parcheggio. Punto e basta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline