Bravi Rovazzi nei brutti quartieri: “Mi hanno sparato 9 volte”

Il lato di Fabio Rovazzi che non conoscevamo, quello del ragazzo normale costretto a volte a fare scelte sbagliate, al limite, per difendersi e uscire da quei quartieri che assomigliano a carceri a cielo aperto.

Il piccolo Fabio impara a difendersi

Il figlioccio artistico di J-Ax e Fedez ha parlato della sua infanzia per la prima volta, ricordando quei tempi a tratti bui e molto pericolosi.

Una mattina stavo andando a scuola e qualcuno ha inchiodato la macchina di fianco a me – dice Rovazzi con gli occhi quasi lucidi – Non ho visto chi fosse, ho solo sentito gli spari“.

Nove, per l’esattezza.
Ma essendo magro magro Fabio ha evitato tutte le pallottole.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline